Ringiovanire e migliorare lo sguardo con la medicina estetica senza bisturi

Vota questo articolo
(1 Vota)

Ringiovanire lo sguardo

L’avanzare dell’età porta spesso e inevitabilmente con sé anche la comparsa sul volto di alcuni inestetismi poco, se non affatto, desiderati. Le mie pazienti dello studio di medicina estetica di Modena, lo sanno bene.

Tra i più comuni inestetismi dello sguardo possiamo citare quelle spiacevoli rughe d’espressione, come le rughe perioculari (o zampe di gallina) e glabellari ( tra le sopracciglia), il sopracciglio che tende verso il basso e l’aumento della cute della palpebra superiore.

Tutte questi inestetismi comportano uno sguardo apparentemente stanco e appesantito e in generale invecchiano il viso.

L'importanza di mantenere uno sguardo giovane

Il contatto visivo rappresenta uno dei canali comunicativi più potenti per esprimere le nostre emozioni proprio perché spontaneo e spesso quasi incontrollato.

Attraverso gli occhi trasmettiamo amore, rabbia, tristezza, coraggio, tutto questo con gesti spesso inconsapevoli ed incontrollabili.

Come ringiovanire lo sguardo senza dover ricorrere alla chirurgia. 

La medicina estetica negli ultimi anni ha sviluppato diverse metodiche e tecniche che permettono di rispondere all'esigenza di avere uno sguardo più giovane e riposato. 

Tra i vari trattamenti a disposizione possiamo trovare: l'uso del Filler all'acido ialuronico, la tossina botulinica e la Bleafaroplastica non chirurgica.

Passiamo ora in rassegna queste metodologie per capire di cosa si tratta.

®Filler all’acido ialuronico 

L’acido ialuronico, da solo o in concomitanza con altri trattamenti, con la sua azione idratante ed il potere rigenerante può portare alla correzione delle occhiaie. Il filler richiamando acqua porta progressivamente al riempimento della depressione cutanea e la distensione della pelle con miglioramento della luminosità cutanea.

 

Filler per ringiovanire lo sguardo

®Tossina Botulinica

tossina Botulinica per ringiovanire lo sguardo

 

La tossina botulinica che con la sua azione miorilassante, permette di distendere le rughe, aprire lo sguardo ed appianare i cosiddetti “raggi di sole” (o “zampe di gallina”) intorno agli occhi.

 

®Bleafaroplastica non chirurgica

 

La blefaroplastica non chirurgica con radiobisturi, trattamento sicuramente meno invasivo della blefaroplastica chirurgica per eliminare piccoli esuberi cutanei palpebrali e per ritardare un eventuale intervento di blefaroplastica.

 

blefaroplastica non chirurgica

Ringiovanimento dello sguardo a Modena: tutto quello che posso fare per te

Ricapitolando è vero che lo sguardo, con il passare degli anni, possa apparire invecchiato e stanco ma la medicina estetica può fornire un valido aiuto per contrastare gli effetti del passare del tempo sul nostro viso e sullo sguardo, rendendo lo sguardo più giovane, rilassato e riposato.

Il mio studio di medicina estetica a Modena dispone di questi trattamenti e in genere posso rispondere alle esigenze specifiche di ogni paziente. 

Richiedi una consulenza gratuita sul trattamento più indicato per valorizzare il tuo sguardo. 

Esempi di trattamento delle occhiaie con filler all’acido ialuronico

 Sguardo prima del trattamento con il Filler

Sguardo dopo il trattamento con il Filler

Chiama e prenota una visita presso lo studio di Medicina Estetica a Modena

Lo studio di Medicina Estetica della Dott.ssa Sara Bertoncelli offre terapie mediche e trattamenti estetici mirati per migliorare il proprio aspetto fisico. Lo studio medico si trova all'interno del Poliambulatorio Life, Str. degli Schiocchi n.40 cap 41124 a Modena.

Chiunque intenda sottoporsi ad un programma terapeutico di medicina estetica, che sia una donna oppure un uomo, riceverà informazioni complete ed esaurienti riguardanti gli interventi proposti.

Se vuoi maggiori informazioni chiama al 059 35 37 37353 40 62 333 oppure al compila questo modulo. Ti ricontatterò quanto prima possibile.

Studio di Medicina Estetica a Modena

Nella medicina estetica moderna la correzione e la cura degli inestetismi avviene attraverso l'uso non chirurgico di strumenti sempre più innovativi e mini invasivi.